Ossido nitrico

Che cos’è l’Ossido Nitrico ?

L’ossido nitrico è un gas, una molecola di segnalazione formata da azoto (N) e ossigeno (O) e semplicemente chiamata NO, sintetizzata dall’amminoacido L-arginina dalla famiglia delle ossido nitrico sintasi (NOS) tra cui: eNOS (endoteliale, NOS-III), iNOS (inducibile, NOS-II) e nNOS (neuronale, NOS-I). 

L’NO è secreto dalle cellule endoteliali, che rivestono le pareti interne dei vasi sanguigni, e comunica con le cellule muscolari lisce, facendole rilassare, per cui una delle sue più importanti funzioni è la vasodilatazione, aumentando la circolazione sanguigna. Poiché il sangue è responsabile del trasporto dell’ossigeno, nutrienti ai muscoli e l’allontanamento della CO2 e dei metaboliti di scarto, il ragionamento è che l’aumento del flusso sanguigno causato dall’ NO può aiutarti a lavorare per un periodo di tempo più lungo e ad accelerare i tempi di recupero. L’esercizio stesso aumenta l’attività dell’eNOS.

Benefici

  • Maggiore flusso sanguigno: nutrienti, O2, allontana i metaboliti di scarto derivanti dall’attività fisica
  • Migliorano il recupero muscolare
  • Migliorano la salute tissutale e mitocondriale (produzione di ATP)
  • Effetti positivi sulla prestazioni fisiche: Vo2Max, Resistenza
  • Migliorare la resistenza aerobica e la produzione di energia

Effetti collaterali

  • Non essendoci integratori diretti di NO gli effetti collaterali possono essere ricercati nei suoi precursori
  • La L-Arginina supplementata in quantità superiore di 10 gr può provocare disagi gastrointestinali
  • La Citrullina Malato può dare disturbi gastrointestinali
  • Le verdure a foglia verde ricche in nitrati come gli spinaci contengono ossalacetati che possono aumentare il rischio di calcoli renali in soggetti predisposti
  • La Barbabietola, e il suo succo o estratto secco, può colorare di rosso scuro feci e urine, un effetto collaterale innocuo.
  • Per chi soffre di pressione bassa può contribuire ad abbassarla ulteriormente

Come e quanta ne devo assumere ?

Nonostante le pubblicità accattivanti su prodotti che aumentano l’NO questo non può essere supplementato, infatti nessun integratore contiene NO, ma piuttosto i suoi precursori.

Gli integratori più famosi ed utilizzati sono: L-Arginina, L-Citrullina, Nitrato.

La L-Arginina è un aminoacido essenziale nei bambini e non essenziale in età adulta, nel corpo è un precursore dell’NO tuttavia numerosi studi sono inconcludenti sui risultati, dimostrando come non sia efficace nell’aumentare i livelli del gas e migliorare la performance, inoltre la supplementazione può ridurne la sintesi endogena e a dosaggi superiori ai 10 gr può dare disturbi gastrointestinali.

Quando la L-arginina viene convertita in ossido nitrico, la L-citrullina viene prodotta come sottoprodotto che può essere riciclato nuovamente a L-arginina e utilizzata per aumentare la produzione naturale di ossido nitrico da parte del corpo. A differenza dell’arginina ci sono dei risultati migliori a dosaggi di 4-6 gr presi prima dell’attività fisica, senza effetti collaterali. La Citrullina malato anch’essa può dare risultati ma inferiori e con possibili disagi gastrointestinali. Ci sono studi anche sul succo d’anguria che contiene naturalmente la L-Citrullina.

Il Nitrato è spesso messo in cattiva luce a causa della formazione di nitrosammine (cancerogene) nei salumi, tuttavia se assunto attraverso alimenti di origine vegetale e senza la presenza di aminoacidi come avviene nei salumi non ci sono effetti collaterali, inoltre apportando antiossidanti ne riducono la formazione. Possiamo ritrovarlo nei vegetali a foglia verde (come i famosi spinaci di braccio di ferro!) e in particolare nella barbabietola rossa. E’ sicuramente positivo assumere verdure a foglia verde, ma se ricerchiamo il nitrato in quantità sufficiente per ottenere un effetto 400-500 mg, si potrebbe assumere una quantità elevata di ossalacetato che in soggetti predisposti aumenta il rischio di calcoli renali, oppure consumare crucifere ma che in quantità elevate possono ridurre la produzione degli ormoni tiroidei. Il succo di barbabietola è stato studiato per la sua elevata presenza di nitrato che svolge degli effetti positivi sull’aumento dell’ossido nitrico e della performance; per ovviare al consumo di 400 ml di succo nelle ore precedenti l’allenamento sono stati prodotti succhi di barbabietola concentrati, contenenti la stessa quantità di nitrati in meno di 50 ml ! cosi come gli estratti secchi, quindi 10 gr in polvere.

I nitrati a differenza dell’arginina e della citrullina forniscono dei risultati decisamente migliori sull’aumento dell’ossido nitrico. Noi non siamo in grado di trasformare i nitrati in ossido nitrico, ma i nostri batteri presenti nel cavo orale sì, per cui è importante nelle 12 ore precedenti l’assunzione non usare colluttori o antibatterici che possono sterminare gran parte dei batteri, senza poter sfruttare gli effetti dell’integrazione.

Ultimi, ma non per importanza, gli antiossidanti. Questi hanno una funzione importante per la vasodilatazione, in quanto l’NO è un gas velocemente degradato, permettono un allungamento dell’emivita riducendone la velocità di degradazione e contrastando i radicali liberi. Ovviamente è sconsigliata l’integrazione con Vit.C,E,A o altri forti antiossidanti in capsule in quanto riducono gli adattamenti derivanti dall’allenamento, ma utilizzando gli antiossidanti derivanti dagli alimenti si hanno gli stessi effetti positivi sull’NO senza effetti negativi sull’allenamento, allora ottima in questo contesto la barbabietola che contiene nitrati e antiossidanti i quali riducono anche il rischio della formazione delle nitrosamine. Un integratore che può essere usato in combinazione con il succo di barbabietola è il NAC (N-acetilcisteina) che agisce nella riformazione del glutatione e allunga l’emivita dell’NO.  Un altro succo che esercita un effetto analogo è il succo di melograno che però non contiene nitrati ma è ricco in polifenoli, importanti per aumentare l’emivita dell’NO naturalmente prodotto dall’atleta durante l’allenamento.

Ulteriori benefici dell’Ossido Nitrico

  • Effetti positivi sulla risposta immunitaria
  • Effetti positivi contro malattie cardiovascolari, attività anti-trombotica
  • Effetti positivi sulla disfunzione erettile
  • Aumenta la sensibilità all’insulina e riduce il rischio di diabete di tipo 2
  • Riduce la pressione arteriosa
  • Riduce l’infiammazione
  • Effetti cardioprotettivi
  • Migliora le funzioni cerebrali (memoria, depressione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dr. Andrea Piscicelli,
Biologo Nutrizionista • Nutrizionista Sportivo
andrea.piscicelli@activenutrition.it
Tel (+39) 3332696430

Milano: Via Lomellina, 13
Milano: Via Giovanni da Procida, 38
Lecco: Viale Montegrappa, 10D